Padelle con Manici Removibili: Scelta e Recensioni

Una padella con manici removibili è il top in termini di comodità, dato che potrai conservarla occupando pochissimo spazio!

Di solito, quando si sceglie una padella in alluminio, fra i primi aspetti che si considerano troviamo la solidità della manicatura. In sintesi, è importante che i rivetti siano fissati per bene al bordo della stoviglia, per evitare che il manico possa staccarsi nel momento meno opportuno.

Alcuni produttori, però, hanno pensato bene di lanciare sul mercato delle padelle con manici removibili, che possono essere dunque staccati a piacimento. Si tratta di una novità che troviamo ad esempio nelle padelle in pietra prodotte dalla Lagostina, e non solo, visto che questa soluzione si sta diffondendo sul mercato piuttosto rapidamente.

Quali sono i vantaggi di queste stoviglie, e quali sono le migliori padelle con manico removibile attualmente presenti sul mercato? Prosegui con la lettura, e lo scoprirai!

Vantaggi delle padelle con manici removibili

Il primo vantaggio di queste padelle è facilissimo da intuire: si tratta, infatti, di una geniale soluzione salvaspazio. Rimuovendo i manici, si risparmia un’incredibile quantità di spazio negli armadietti della cucina, quando andrai a conservarle.

Un altro vantaggio molto importante è il seguente: queste padelle possono essere usate anche per le cotture in forno, dato che – togliendo i manici – occupano meno spazio all’interno della camera di cottura. In questo modo, diventano vere e proprie pentole “tutto compreso”, destinate a diventare le tue migliori amiche in cucina.

Sappi inoltre che i manici in plastica potrebbero facilmente fondersi all’interno del forno, e infatti spesso le padelle non possono essere usate in questa circostanza. Naturalmente, togliendo il manico, la stoviglia potrà reggere delle temperature molto più alte, senza la paura che la plastica del manico possa sciogliersi e combinare un disastro.

Inoltre, esistono anche alcune padelle per induzione con il manico removibile. Se è presente il fondo magnetico, infatti, potrai utilizzarle senza problemi sul piano cottura Induction. Infine, va detto che questi modelli sono anche molto più facili da pulire rispetto alle loro controparti tradizionali, in quanto il manico può essere facilmente rimosso e scrostato a parte.

Vorrei poi sottolineare anche il fattore sicurezza: quando la credenza è troppo piena, il rischio è che le padelle possano volare fuori e magari finirti in testa o su un piede. Potendo utilizzare quelle con manico staccabile, otterrai non solo più spazio ma anche la possibilità di impilarle, con una maggiore stabilità della “torre”!

E dato che abbiamo citato il fattore pulizia, ecco un altro fantastico vantaggio: sono molto più comode da lavare in lavastoviglie, come sempre per merito della possibilità di rimuovere i manici. Tutto qui? Non ho ancora finito: quando vai in vacanza ma decidi di non rinunciare alle tue padelle, quelle senza manici possono essere “scarrozzate” occupando meno spazio nello zaino o nel borsone.

Nota: questi modelli vengono spesso usati anche come pentole da campeggio, proprio per via della comodità offerta dai manici staccabili!

Classifica delle migliori padelle con manici removibili [RECENSIONI]

1. Lagostina Ingenio Essential 2 Padelle 1 Manico Removibile

Ok, la linea Essential della Lagostina non dovrebbe richiedere presentazioni. Se stai cercando una padella con manico removibile, molto probabilmente l’idea ti è venuta guardando proprio un modello di questo brand. Il set in questione lo considero come il migliore per rapporto tra qualità e prezzo: hai tutto l’essenziale, ovvero due padelle rivestite in particelle minerali, e un comodo manico da attaccare ad una delle due quando ti farà più comodo.

Le due padelle hanno un diametro rispettivamente pari a 24 centimetri e 28 centimetri. Come detto, sono realizzate in alluminio rivestito in particelle minerali (Meteorite Resistium), il che le rende resistenti ai graffi e con ottime proprietà antiaderenti. In sintesi, potrai ridurre al minimo l’utilizzo di olio, così da poterti gustare una cucina più sana e leggera. Considera comunque che non si tratta di padelle professionali, e non sono adatte per l’induzione.

Possono essere usate anche in forno, ma fino ad una temperatura massima di 250 gradi celsius, e hanno un indicatore di calore al centro, che si accende quando la padella si è riscaldata a sufficienza (tecnologia Lagospot). Inoltre, è presente uno strato centrale interno anti-scivolo, mentre il manico si monta e si smonta con una facilità disarmante, per merito del sistema a click. Infine, quando montato è molto robusto (3 punti di aggancio) e resiste fino a 10 kg di peso!

2. Stone&Stone In Pietra per Induzione con Coperchio 28 cm

Questo modello della Stone&Stone è un piccolo gioiello. Si tratta infatti di una padella in pietra con manici removibili, perfetta anche per la cottura sui piani a induzione, per merito del fondo magnetico compatibile con questa tecnologia a risparmio energetico. La padella ha inoltre un diametro piuttosto generoso, da 28 centimetri, e nella confezione troverai anche un comodo coperchio in vetro pyrex con valvolina di sfiato per il vapore.

Viene spesso usata dagli chef, ha un’altezza pari a 7,5 centimetri e il rivestimento in pietra (particelle minerali) la rende anche perfettamente antiaderente. Potrai dunque cucinare senza il rischio che i cibi possano attaccarsi alla superficie interna della stoviglia, bruciandosi e complicando la fase di pulizia. I manici (sono due) possono essere rimossi con il solito meccanismo a pressione (click) del pulsante centrale, ma da montati sono solidissimi.

La presenza del manico supplementare è una chicca che ti faciliterà la vita quando dovrai trasportare la padella piena, per una questione di maggiore presa e di equilibrio. In secondo luogo, questo modello ha un coperchio con bordatura in silicone, per una perfetta aderenza alla padella e per chiuderla ermeticamente, evitando dunque le fughe di calore. Ovviamente può essere usata su qualsiasi piano cottura, compresa la vetroceramica e i fornelli a gas!

3. Berndes Vario Click Induction Padella con Manici Removibili 24

Ecco un’altra bellissima padella con manici che possono essere rimossi. Si tratta di un altro modello professionale, forse uno dei migliori in assoluto, anche se ha un costo più alto rispetto alle medie. Si tratta di una padella realizzata in alluminio con uno spessore davvero notevole, dunque con prestazioni superiori in fase di cottura e di irraggiamento del calore. Ha un diametro da 24 cm, ma volendo ci sono anche altre misure, fino a 32 centimetri.

Il manico può essere tranquillamente rimosso grazie al classico sistema a pulsante, e come ti dicevo qui fanno la differenza i materiali. L’alluminio pressofuso della Vario Click è robusto come la roccia ed è uno dei più durevoli in questa categoria, oltre ovviamente ad essere certificato e sicuro al 100% per il contatto con gli alimenti. Anche il manico è uno dei migliori, in quanto dotato di una robustezza davvero da record.

Inoltre, sappi che questa padella ha un fondo per la cottura sui piani a induzione, molto efficace, e un rivestimento interno che rende la sua superficie totalmente antiaderente. In altre parole, è facile da pulire e ti consente di cucinare utilizzando pochissimo olio, così da ridurre le calorie. In secondo luogo, questa padella può essere usata anche in forno, sia per la possibilità di staccare il manico, sia per merito della sua resistenza alle alte temperature!

4. Tangherò Padella con Manici Staccabili Alluminio 32 cm

Un’altra meraviglia che mi ha conquistato al primo utilizzo. Ci troviamo di fronte ad una padella prodotta in Italia (marchio Tangherò), realizzata in alluminio con un rivestimento in particelle minerali e diamantato. Può essere considerata come la regina della robustezza, e viene offerta ad un prezzo secondo me a dir poco concorrenziale. L’alluminio pressofuso è di ottima qualità, e lo è anche lo spessore, che consente così di ottenere delle cotture perfette.

Il diametro è pari a 32 centimetri, ma ci sono anche altre misure disponibili sulla scheda prodotto online, e il manico è realizzato con una solidissima anima in acciaio inossidabile. Si tratta di una padella bassa, dunque utilizzabile più che altro come bistecchiera, che potrai mettere nel forno senza problemi, per via della sua resistenza alle alte temperature e per la possibilità di staccare il manico. Ah, è anche compatibile con i piani cottura a induzione, per merito del fondo magnetico.

Questa padella non si deforma neanche con le bombe, ma non può essere lavata in lavastoviglie: richiede infatti il lavaggio a mano e con spugnette delicate e morbide, evitando le pagliette metalliche. Ovviamente, avendo il rivestimento diamantato, è perfettamente antiaderente, e inoltre non ha un peso eccessivo (circa 2 chili). Ultimo consiglio: il manico è in acciaio inox e non in bachelite (plastica), quindi tende a riscaldarsi!

5. Moneta Etnea MiniSpace Batteria 7 Pezzi 1 Manico Staccabile

Ho deciso di chiudere le mie recensioni con un bel set di padelle con manici removibili. Non sono professionali, ma possono rivelarsi molto utili sia in cucina, sia per le famiglie che adorano il campeggio. I pezzi inclusi nella confezione sono 7: 2 padelle, 2 pentole, 2 coperchi e 1 manico staccabile con sistema a click. In sintesi, troverai tutto l’occorrente per sbizzarrirti in cucina, potendo contare sui soliti vantaggi del manico removibile.

Le pentole e le padelle sono realizzate in alluminio rivestito in particelle minerali. Non sono il top in termini di robustezza, ma svolgono il loro compito senza colpo ferire. Ovviamente, essendo rivestite, sono al 100% antiaderenti e dunque ottime per una cucina leggera e con pochi grassi aggiunti. In secondo luogo, è opportuno studiare le misure: le due padelle hanno un diametro da 24 e 28 cm, mentre le pentole sono da 16 e 20 cm (come i 2 coperchi in dotazione).

Il rivestimento in pietra (particelle minerali) è di ottima qualità, ma non è presente il fondo magnetico, quindi i 4 pezzi non sono compatibili con i piani cottura a induzione. I coperchi hanno i bordi in silicone, dunque aderiscono perfettamente alle pentole e le chiudono ermeticamente: inoltre, sono in vetro pyrex e hanno la valvola di sfiato per il vapore. Pur non essendo professionali, mi ha colpito la loro antiaderenza e la facilità di pulizia!

Come scegliere le padelle con manico removibile

Trattandosi di padelle, il manico non è certamente l’unico elemento che devi analizzare, prima di fare la tua scelta. Contano molto anche altri fattori, come i materiali, l’eventuale rivestimento, il diametro e le dimensioni, l’antiaderenza, la già citata compatibilità con l’induzione e lo spessore della padella. Andiamo con ordine!

1. Materiali e rivestimento

Nella maggior parte dei casi, le padelle con manici staccabili vengono realizzate in alluminio. L’alluminio stesso può essere anodizzato (cioè ossidato) o nudo, oppure con un rivestimento specifico per rendere la padella antiaderente. I rivestimenti più diffusi sono il teflon (no, non è affatto tossico: è un falso mito) e le particelle minerali (volgarmente chiamate “pietra”).

In altri casi possiamo trovare rivestimenti “di lusso”, come nel caso della ceramica arricchita con particelle di diamante. Lo scopo, in sintesi, è duplice: renderle antiaderenti e al tempo stesso produrre un rivestimento resistente, anti-graffio, lavabile in lavastoviglie e destinato a durare nel tempo. Ovviamente, un rivestimento top gamma aumenta il prezzo della padella!

Ci sono altri materiali possibili? Generalmente no, con alcune eccezioni. Ad esempio, è possibile trovare delle padelle in ghisa con manici removibili, ma sono piuttosto rare. Infine, la possibilità di smontare e montare il manico a piacimento la si trova anche nelle padelle per saltare la pasta, cioè quelle svasate e con bordi (possono essere in alluminio, acciaio o rame).

2. Antiaderenza

Il discorso relativo all’antiaderenza dipende, essenzialmente, dal tipo di rivestimento usato. Le padelle in alluminio anodizzato o nudo e le padelle in acciaio di solito sono poco antiaderenti, dunque dovrai sempre usare un filo di olio quando cucini, per evitare che il cibo possa attaccarsi. I rivestimenti in pietra, in ceramica o in teflon riescono invece a garantire un’ottima proprietà antiaderente.

Il rivestimento ovviamente è fondamentale se si parla delle padelle in rame, che comunque non hanno mai il manico removibile. Nel caso dovesse capitarti di comprarne una, però, ricordati sempre di acquistare un modello in rame stagnato o in rame e acciaio, per evitare contaminazioni degli alimenti!

3. Spessore della padella

Un altro fattore importante da considerare, quando decidi di comprare una padella con manici removibili, è lo spessore della stoviglia. Di solito si dovrebbe partire da un minimo di 2 millimetri, ed è importante perché una padella più spessa sarà meno soggetta a deformazioni, quando esposta a punte di calore elevate.

Inoltre, lo spessore consente anche di trasferire il calore in modo più omogeneo, e questo influisce sia sui tempi di cottura che sui risultati in generale. Ovviamente uno spessore eccessivo non è mai consigliabile, soprattutto se compri una padella con i manici che si staccano. Aumentando il peso della stoviglia, il rischio è che il sistema a clip o incastro della manicatura possa rompersi!

4. Meccanismo del manico

Nella maggior parte dei casi, i manici staccabili hanno un sistema detto “Smart Click”: ti basta infatti premere il manico verso il basso per farlo scattare in posizione, così da bloccarlo saldamente. Quando è necessario rimuovere il manico, dovrai premere il pulsante centrale per il rilascio del meccanismo, così da poter togliere l’accessorio. In sintesi, potrai farlo velocemente e in tutta comodità!

5. Compatibilità con l’induzione

Come ti dicevo, esistono delle padelle con manici removibili per induzione, quindi utilizzabili con questa particolare tecnologia. I materiali sempre compatibili sono la ghisa, l’acciaio e ovviamente il ferro. Nel caso delle padelle in alluminio o altri materiali (come il rame), è necessario che sia presente un fondo apposito per l’induzione, o dovrai utilizzare un adattatore a disco.

6. Diametro e dimensioni

Infine, bisogna sempre considerare il diametro e le dimensioni della padella. Chiaramente tutto dipende dalle tue esigenze, dal numero di porzioni che desideri preparare e anche dalla tipologia di alimento (in tal caso conta soprattutto la profondità).

Per farti un esempio concreto, esistono alcune padelle per piadina he ti consentono di rimuovere il manico, che hanno un diametro molto ampio. Un discorso simile può essere applicato anche per altre tipologie, come le padelle per pancake ad esempio.

In genere il diametro minimo parte da 18 centimetri, ma si trovano anche modelli da 20, 24, 28 e addirittura 36 centimetri (ovvero il massimo raggiungibile). Nel caso delle saltapasta, poi, dovrai valutare anche l’altezza dei bordi, indispensabile per la mantecatura!

Padelle con manici staccabili più vendute

Ultimo aggiornamento 2022-12-02 at 03:42 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento