Griglia Per Arrosticini – Migliore Fornacella e Recensioni

Stai cercando la migliore griglia per arrosticini? Oggi ti dirò quali sono i modelli di fornacella più interessanti, e come sceglierla!

Noto anche come cuoci arrosticini o canalina, questo strumento sa come regalarci delle spettacolari grigliate all’aperto. E anche se non sei abruzzese (così come non lo sono io), con tutta probabilità avrai la passione per i famosi spiedini di pecora, gustosi e fantastici per condire un momento di convivialità come le braciate fra amici. Per cuocere questi spiedini, però, serve un barbecue per arrosticini, dunque una canaletta apposita per questo genere di preparazioni.

Cos’è la fornacella per arrosticini?

Ci sono varie tipologie di canalina per arrosticini, da quelle a carbonella fino ad arrivare alle griglie che funzionano a gas o a elettricità. Questo discorso lo approfondiremo fra poco, perché qui voglio iniziare spiegandoti quali sono le caratteristiche particolari di questi strumenti.

Per prima cosa, la struttura della canaletta è lunga e stretta, e c’è un motivo preciso: ti deve permettere di posizionare gli spiedini di pecora per una cottura perfetta della carne e del grasso, evitando però che possa bruciarsi il legno dei bastoncini. Per questa ragione, la canaletta per arrosticini fa sporgere dalla griglia sia il lato corto degli stecchi, sia il lato lungo, esponendo al calore diretto soltanto la carne di pecora!

È un risultato che non riusciresti mai ad ottenere, anche usando una griglia più compatta come il barbecue da balcone, perché sarebbe comunque troppo grande per gli arrosticini. Con la fornacella apposita, invece, avrai la certezza che il calore verrà convogliato soltanto sulla carne, e non sugli stecchi. In sintesi, eviterai che questi possano bruciarsi, e dunque spezzarsi, quando poi andrai a togliere lo spiedino dalla griglia.

Tipologie di griglia per arrosticini

Le tipologie più diffuse sono il braciere o barbecue per arrosticini, e il modello elettrico. Teoricamente ci sarebbe anche quello a gas, ma non è molto diffuso, e soprattutto spesso ha delle dimensioni troppo grandi per cuocere gli spiedini di pecora senza bruciare gli stecchi di legno. Per questo, oggi mi concentrerò solo sui primi due modelli!

1. Braciere per arrosticini

È il classicissimo barbecue a carbonella, ed è anche quello più indicato per la preparazione degli arrosticini abruzzesi. La tradizione, infatti, vede la cottura alla brace come una delle caratteristiche principali degli spiedini di pecora, e se sei abruzzese di sicuro saprai già quanto sia importante. La struttura di questa canalina può essere realizzata in diverse leghe metalliche, come il ferro e l’acciaio inox. E le misure? Per la lunghezza i valori sono 3 (50, 80 e 110 centimetri), mentre la larghezza è sempre pari a 11 o 12 centimetri.

2. Cuoci arrosticini elettrico

Chi è fedele alle tradizioni abruzzesi probabilmente storcerà il naso di fronte all’opzione della griglia elettrica, ma si tratta comunque di un’alternativa preziosa. Soprattutto per chi non può permettersi di affumicare un intero condominio dal proprio balcone, visto che i fumi molesti (come quelli della carbonella) sono proibiti dalla legge. Inoltre, la canaletta per arrosticini elettrica è indispensabile per gli appassionati che devono preparare gli spiedini di pecora in cucina, quindi al chiuso!

Migliori griglie per arrosticini [RECENSIONI]

1. FBM2 SRLS Cuocispiedini a Carbonella C 110

Questa canalina per arrosticini ha diverse qualità molto interessanti. Per prima cosa ha un’imboccatura a forma di scivolo su un lato, pensata per la rimozione del carbone esausto o in eccesso, ed è una buona notizia dato che facilita questa operazione. Ottimi i materiali di costruzione, visto che questa fornacella per arrosticini è fatta in lamina di acciaio inox 430, con una struttura con piedi richiudibili, così da occupare poco spazio quando la conserverai.

Le misure sono perfettamente idonee per gli arrosticini della tradizione, dato che è larga poco più di 11 centimetri. Se hai ordinato o preparato degli arrosticini di 12 centimetri, ti basta metterli a cuocere un po’ in obliquo, e non avrai problemi. Le lamine sono sottili, e spesse circa 0,8 millimetri, ed è normale che sia così, quindi occhio a non usarla per cuocere fette di carne di triceratopo! 

C’è anche una versione in ferro opaco, meno costosa ma anche meno duratura:

La lunghezza è di 110 centimetri, e ti permette di grigliare senza problemi 50 arrosticini circa per volta. Considera comunque che l’acciaio inox è 430, quindi non potrai lasciarla all’aperto, perché teme sia l’umidità che la pioggia. Si tratta di un sacrificio che si può tranquillamente accettare, e che in realtà riguarda la maggior parte dei prodotti. Inoltre, la griglia ha dei fori laterali che consentono al carbone di rimanere sempre attivo.

Io ti consiglio di optare comunque per quella in acciaio, perché non teme la corrosione e dura praticamente in eterno, se ne avrai cura!

PRO

  • Cuoce fino a 50 spiedini per volta
  • Acciaio inox di buona qualità
  • Imboccatura a scivolo per il carbone
  • Fori laterali per mantenere vivo il carbone

CONTRO

  • Teme pioggia e umidità

2. Mistermoby Fornacella Cuoci Arrosticini Acciaio Inox

Non è un prodotto economico, ma poco importa, perché se stai cercando la qualità unita alla convenienza allora questo modello è il top. Innanzitutto questa griglia per arrosticini è in acciaio inox resistente all’acqua e ovviamente al fuoco, e non arrugginisce, sebbene non sia mai il caso di esporla a pioggia e umidità. In secondo luogo, ha una lunghezza da 80 cm e una larghezza da 11 cm, quindi è perfetta per la cottura degli arrosticini.

La struttura è come sempre pieghevole, con i piedi che possono essere chiusi, e la stabilità è di buon livello, a patto di non caricarla con fette grosse. Potrai usarla non solo per gli spiedini di pecora ma anche per quelli classici, e per grigliare il pesce. Inoltre, c’è una sezione con la griglia per le fette di pane: non è molto grande, ma è comunque utile. Da sottolineare pure la consueta presenza dei fori laterali per mantenere vivo il carbone.

Il produttore è italiano, e questo è un altro motivo per preferirla, per via della qualità di costruzione. Le saldature sono di buonissimo livello, e la lamina in acciaio mostra la sua qualità anche in termini di design. Ti ripeto che, comunque, non conviene caricarla con un peso eccessivo, perché è molto leggera e progettata solo per spiedini e arrosticini!

PRO

  • Acciaio di ottima qualità
  • Scivolo per il carbone esausto
  • Fori laterali per far respirare il carbone
  • Prodotto made in Italy
  • Buona stabilità complessiva

CONTRO

  • Occhio a non caricarla

3. Mistermoby Inox Ercolino Per Caminetto e Campeggio

L’Ercolino è un barbecue per arrosticini in inox e per grigliate da camino, che ovviamente potrai usare anche in campeggio, o in qualsiasi luogo all’aperto. Non ha praticamente un difetto che sia uno, con un solo piccolo limite: le dimensioni, da 40 centimetri per 11 centimetri, ti permettono di cuocere in contemporanea un massimo di 20 arrosticini.

È una fornacella davvero pregevole, realizzata interamente in acciaio inox, con una struttura molto solida e stabile (si chiama “Ercolino” non per caso!). Inoltre, le dimensioni contenute sono ideali per inserirla dentro al camino, e per riporla occupando poco spazio, sebbene non sia pieghevole. Prima di acquistarla, sappi che la canalina è piuttosto bassa (altezza 20 centimetri), e che quindi se la usi all’aperto dovrai sistemarla su un tavolo, o su un altro tipo di supporto.

La griglia può essere tranquillamente rimossa, e data la solidità dell’attrezzo, potrai usarlo senza per questo fare attenzione al peso. La sua robustezza è una delle qualità che ho apprezzato di più e, anche se non ho un camino, l’ho usata in balcone e sono rimasto molto soddisfatto del risultato finale. Ottime le rifiniture e, se non hai grandi esigenze in termini di quantità, con l’Ercolino potrai goderti i tuoi arrosticini anche in campeggio o durante le gite fuori porta!

PRO

  • Compatibile con il caminetto
  • Acciaio di ottima qualità
  • Ideale per campeggi e gite
  • Solida e molto stabile
  • Prezzo economico

CONTRO

  • Massimo 20 arrosticini per volta

4. Mistermoby Fornacella Elettrica Per Arrosticini

Non potevo non recensire anche un cuoci arrosticini elettrico, ancora una volta prodotto dalla Mistermoby, il marchio top del settore. La versione più grande ti permette di cuocere fino a 40 arrosticini insieme, ed è elettrica, dunque non produce fumo e potrai quindi usarla anche in casa e in cucina. I materiali sono in lamina di acciaio inox, di grande qualità e resistenti al calore, mentre la potenza di questo elettrodomestico è molto elevata, pari a 2.000 watt.

Io l’ho provata a casa di un amico, e la cottura degli spiedini di pecora si è rivelata perfetta, anche se abbiamo faticato un po’ ad inserire più di 30 arrosticini. L’abbiamo usata pure per grigliare le fette di pane e le verdure, di conseguenza è versatile. Inoltre puoi smontarla, così da poter pulire separatamente le varie componenti, senza fare troppa fatica. Le misure sono piuttosto contenute, con una lunghezza di 68 centimetri e una larghezza di 13, mentre l’altezza è di 9 centimetri.

C’è anche una versione più piccola, meno potente e meno costosa, per la preparazione di massimo 20 arrosticini in contemporanea, ed è questa:

Il prezzo di quella più potente forse è un po’ troppo alto, ma fa comunque il suo lavoro, e lo fa alla grande. Oltre ad essere gradevole nel design e resistente, riscalda davvero tanto e ha una potenza che sinceramente non mi sarei mai aspettato. Se hai la necessità di fare gli spiedini di pecora dentro casa, probabilmente non troverai una griglia per arrosticini elettrica di questa qualità. E puoi usarla anche in balcone o in giardino, se non hai il tempo per preparare la carbonella!

PRO

  • Potente ed efficace
  • Non produce fumo
  • Puoi usarla in casa
  • Materiali di ottima qualità
  • Riscalda tantissimo

CONTRO

  • Prezzo un po’ alto
  • Dimensioni contenute

Come scegliere la griglia migliore

La fornacella per arrosticini è uno strumento tutto sommato semplice, soprattutto se parliamo dei modelli classici a carbonella. Il barbecue elettrico costa invece di più, ma è una soluzione da tenere a mente, dato che non produce fumo. Qui di seguito, voglio approfondire alcuni aspetti che ho già trattato, ma che meritano qualche informazione extra.

Lunghezza

A questo punto avrai capito che, quando si parla di griglie per gli spiedini di pecora, le dimensioni contano eccome. Sul mercato puoi trovare 3 misure in quanto a lunghezza: i modelli da 50 centimetri, quelli da 80 centimetri e infine le canaline da 110 centimetri. Naturalmente non esiste un’opzione migliore a priori, visto che tutto dipende dalle tue necessità, dunque dal numero di spiedini che desideri preparare in contemporanea.

  • Griglia da 50 centimetri: circa 30 arrosticini per volta
  • Griglia da 80 centimetri: circa 50 spiedini di pecora
  • Griglia da 110 centimetri: circa 70 arrosticini

Larghezza

La larghezza è il valore che considero più importante, proprio per via del fatto che gli spiedini di pecora generalmente sono più corti degli spiedini normali. La tradizione abruzzese li vuole lunghi 12 centimetri, ma in vendita non si trovano cuoci arrosticini di questa esatta misura. Il valore standard è di 11 centimetri: dunque, se proprio non vuoi transigere, dovrai posizionare i tuoi spiedini leggermente in obliquo!

Materiali

Le opzioni sono due: ferro e acciaio inossidabile. Il barbecue per arrosticini in inox è da preferire, per via della resistenza di questa lega metallica, dato che al contrario del ferro non si ossida. Le canalette in ferro sono una buona alternativa, ma durano di meno, ed è anche normale visto che hanno un prezzo inferiore. Io ti consiglio di spendere qualche euro in più e di optare per l’acciaio inossidabile, dato che si tratta di un investimento nel tempo.

Struttura

La griglia classica ha una struttura tradizionale, dunque due piedi che sorreggono la canalina centrale, all’interno della quale andrai a sistemare il carbone. I piedini possono essere chiusi, e questo ti permette di conservare l’attrezzo occupando uno spazio minimo. Considera comunque che una griglia per arrosticini non può supportare un peso molto ampio, dato che viene progettata solo per gli spiedini. Se la caricherai con fette di carne di dinosauro, quindi, potrebbe cedere e cadere!

Come preparare gli arrosticini con la griglia

Per prima cosa, devi preparare gli spiedini di carne di pecora, e per farlo puoi ad esempio utilizzare un comodissimo cubo per arrosticini, che ti consiglio di approfondire leggendo la mia guida. Ricordati anche di comprare gli stecchi in legno!

A quel punto puoi iniziare con l’allestimento del braciere per arrosticini, e il suggerimento che ti do è di non esagerare con le quantità di carbone, per non produrre troppo fumo e per non appesantire la griglia. Inoltre, assicurati di distribuire il carbone uniformemente lungo l’intera canalina, così da poter garantire la cottura omogenea di ogni arrosticino.

Adesso puoi finalmente sistemare sulla griglia i tuoi spiedini, girandoli diverse volte, così da poter controllare il loro grado di cottura, ed evitando che possano bruciarsi. Durante la preparazione ricordati pure di salare gli arrosticini, dato che questa operazione deve avvenire non dopo ma durante la cottura.

Infine, non ti resta altro da fare che toglierli dalla fornacella per arrosticini, inserirli dentro la brocca in terracotta apposita, e infine gustarli ancora caldi 😊

Fornacelle per arrosticini più vendute

crediti immagine articolo: pixabay.com/it/photos/shish-kebab-carne-курпным-piano-2709499/

Ultimo aggiornamento 2021-03-02 at 00:34 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento